"Conan" è un progetto speciale nato dalla passione per le opere di un grande artista:

Frank Frazetta

Frank Frazetta è considerato tra gli artisti di fantascienza e fantasy di maggior successo e tra i più influenti del 20° secolo. Le sue opere ricoprono ampie tematiche, dai mostri classici dell'horror alle grandi battaglie fantasy sino agli eroi; queste opere hanno ispirato intere generazioni. Il suo successo è certamente dovuto in parte alla varietà di media in cui la sua arte è apparsa (fumetti, poster, copertine di dischi, libri, etc.), ma anche al suo stile inconfondibile.

Frazetta nasce a Brooklyn il 9 febbraio 1928. È un artista molto precoce. Sostiene di aver iniziato a disegnare all'età di tre e di aver venduto il primo disegno all'età di otto. Su insistenza dei suoi insegnati, segue per otto anni i corsi alla Brooklyn Academy of Fine Arts ed entra nel mondo del fumetto e dell’illustrazione all'età di 16 anni, con un lavoro su Shining Knight. Al suo esordio affronta, con il suo personalissimo gusto, tematiche varie: dal western al fantasy, dai gialli agli storici. Rifiuta un lavoro per la Disney e nei primi anni cinquanta realizza lavori per la DC Comics (“Il Cavaliere Splendente”), per la Marvel, la Avon Comics, e la National Comics. La sua più famosa opera di questo periodo fu realizzata per la EC Comics. Nel 1952 lavora come assistente per Al Capp (L'il Abner), ma la collaborazione termina nel 1960 per un disaccordo sui tagli salariali. Lavora anche a una propria linea di fumetti, Johnny Comet e inizia a illustrare copertine per pagare le bollette (Buck Rogers per la Famous Funnies). Proprio a questi lavori deve molta della sua fama, in particolare per il suo lavoro sulle copertine dei libri di Edgar Rice Burroughs (Tarzan, John Carter di Marte, e altri). Nel 1964 inizia a lavorare alla realizzazione di manifesti per il cinema per la United Artist (“Ciao Pussycat” del 1965 tra gli altri), mentre nel 1966 realizza dipinti per copertine di libri del genere sword and sorcery come Conan e L. Sprague de Camp. Molti gruppi heavy metal hanno utilizzato le sue opere come copertine dei dischi: Molly Hatchet in Flirtin' With Disaster, i Nazareth in Expect No Mercy, i Dust per il loro secondo cd Hard Attack e i Wolfmother hanno usato The Sea Witch come copertina per il loro album di debutto.

Sicuramente la sua interpretazione del personaggio di Conan costituì un modello al quale s’ispirarono, da quel momento in poi, decine di disegnatori. I suoi disegni sono immediatamente riconoscibili. Gli uomini sono incredibilmente muscolosi, le donne sono belle e soprannaturali, e i suoi mostri indescrivibilmente orribili. Le ombre e i colori forti così come i contrasti, la cura nei particolari e la predilezione per i chiaroscuri lo trasformano, in poco tempo, in un punto di riferimento, amato da un gran numero di appassionati. Le sue tavole mostrano anche un tratto perfetto, morbido e deciso, evocativo. Dai suoi pennelli e dai suoi colori nascevano magicamente personaggi esotici in luoghi ultraterreni: guerrieri con muscoli guizzanti e spade arrossate dal sangue che non conoscevano la paura. È il disegnatore dell’uomo che domina la natura, che ci convive seguendone le regole, in perenne combattimento, armato di spade, lance e tanto coraggio, di epica forza e di poteri, spesso nudo. Conan o Tarzan sono eroi che ti guardano sempre dritto negli occhi.

I suoi lavori erano eseguiti principalmente ad olio, ma anche ad acquarello, inchiostro o solamente a matita. Nel 1973 è la volta di Death Dealer, un guerriero minaccioso in armatura con un elmo cornuto, su di un cavallo, i tratti del viso oscurati, armato di una possente ascia e di uno scudo. I fumetti vengono pubblicati con grande successo dalla Image Comics. Negli anni 2000, problemi di salute compromettono l’uso della mano destra a tal punto da essere costretto ad utilizzare la sinistra per il disegno e la pittura. Muore a Fort Myers il 10 maggio 2010 a causa di complicazioni a seguito di un ictus.

Featured Image

Joaquin "freeman" Palacios

Questo è il mio primo lavoro basato su un'opara di Frazetta, scolpire questo progetto è stato uno dei momenti migliori della mia carriera ed al tempo stesso una grande sfida. Questo dipinto è un'icona del mondo fantasy e sono sicuro che chiunque riconosca la silhouette di questo barbaro.

Featured Image Featured Image Featured Image Featured Image Featured Image Featured Image Featured Image Featured Image Featured Image Featured Image Featured Image

Fabrizio "rusto" Russo

L'unica cosa che si può fare di fronte al maestro dell'illustrazione fantasy, Frank Frazetta, è inchinarsi e apprendere!

Una tra le migliori sculture che abbia mai dipinto, il lavoro di Joaquin è straordinario. Ho avuto quasi paura a mettere mano ai pennelli... poter realizzare l'immagine simbolo di Conan è una sensazione unica!

Non avendo mai visto dal vivo la splendida tavola, ho scelto di utilizzare i toni di colore stampati nel famoso libro dedicato alle opere del maestro. Con un pannello posto alle spalle del modello, ho rimediato alla mancanza dei toni gialli che nell'illustrazione sono dominanti, e che invece nella scultura non potevano esserci. La base resta comunque rimovibile per poter vedere nella sua tridimensionalità l'intero modello. Grazie per quest’opportunità, un sogno che si avvera.

Featured Image Featured Image Featured Image Featured Image Featured Image Featured Image