Diego Ruina
Ambiorix

Ambiorix fu capo degli Eburones, una popolazione celtica che, nel I secolo a. C. abitava tra le rive dei fiumi Mosa e Reno nel territorio della Gallia Belgica. Capo valente e prode, alleato inizialmente dei romani, in seguito alla rivolta dei Treviri si ribellò ai luogotenenti di Cesare nel 57 a. C., attaccando 15 coorti di legionari romani al comando di Lucio Cotta, trucidato nell'imboscata con i suoi legionari acquartierati nell'accampamento invernale di Aduatuca, oggi Tongeren nel Belgio orientale, a nord di Liegi. Titurio Sabino fu catturato da Ambiorix, spogliato delle vesti e puntandogli la lancia al petto, Ambiorix gli chiese: "Perché uomini come voi vogliono dominare uomini come noi che siamo così valenti?" Titurio Sabino fu massacrato e la reazione di Cesare fu immediata e feroce, ordinando di catturare Ambiorix vivo o morto. Gli Eburones furono sterminati in una operazione militare che oggi chiameremmo di pulizia etnica e Ambiorix, sconfitto da Cesare, riuscì a salvarsi dallo sterminio del suo popolo passando il Reno finché le sue tracce si persero in Germania. La figura di Ambiorix, storicamente documentata nelle fonti latine da Cesare, Svetonio e Cassio Dione, fu scelta dai Belgi come figura emblematica della loro identità nazionale, protagonista del poema epico di Joannes van Steeland e scolpito in una celebre statua a lui eretta nella piazza del mercato di Tongeren.

Details

  • Modello alto 75mm.
  • Dipinto ad olio ed acrilici
  • Produttore Pegaso Models